©2018 by ZIGSS. Proudly created with Wix.com

 

CONSIGLI PER CHI ARRIVA

Permesso di soggiorno e AIRE

Il tipo e la durata del permesso di soggiorno sono legati alla durata del contratto di lavoro. Per effettuare l'iscrizione all'AIRE (Associazione Italiani Residenti all'Estero) è necessario un permesso di soggiorno della validità superiore all'anno al momento della richiesta di iscrizione al consolato italiano. È bene sapere che l'iscrizione all'AIRE sancisce l'invalidità della tessera sanitaria nazionale ma esula dall'effettuare la dichiarazione dei redditi in Italia, nel momento in cui non si abbiano redditi in Itala.

Maggiori info sul sito del consolato italiano a Zurigo

 

Alloggio

La Svizzera è costosa e per una stanza in un appartamento condiviso si possono spendere dai 600 ai 1000 CHF mese. Per un monolocale indicativamente dai 1200 CHF mese in su. Per la prima sistemazione, temporanea e solitamente di qualche mese, conviene prendere un alloggio in subaffitto. Non si passa per la severa selezione delle agenzie immobiliari ma si contratta direttamente con l'affittuario. Qui è usanza subaffittare gli appartamenti quando vengono lasciati vuoti per periodi relativamente lunghi (qualche mese). In tal modo si avrà poi l'opportunità di cercare un contratto di affitto vero e proprio tramite agenzia. Ma a quel punto avrete le credenziali per farlo e la possibilità fisica di partecipare alle visite organizzate.

Patente e mezzi pubblici

Se siete intenzionati a guidare in Svizzera, è necessario recarsi presso gli uffici della motorizzazione civile (Strassenverkehrsamt) entro due anni dal proprio arrivo in Svizzera. Tenete presente che in Svizzera è assolutamente possibile fare a meno dell'automobile e affidarsi al sistema di trasporti pubblici. L'abbonamento annuale costa intorno ai 700-800 CHF è permette di usufruire di tram e bus in tutta la Zona 110 (centro della città di Zurigo). Non sono inclusi i sovrapprezzi per i collegamenti notturni del venerdì e sabato sera (5 CHF).

Per maggiori info:

sito dell'azienda dei trasporti pubblici (ZVV)

sito della motorizzazione civile 

Assicurazione sanitaria

Entro tre mesi dall'arrivo in Svizzera (inizio del permesso di soggiorno) è necessario compilare il modulo relativo all'assicurazione medica presso il kreisburo di residenza. In alcuni casi, per i soli studenti di dottorato o visiting, si può essere esonerati dall'obbligo di effettuare un'assicurazione sanitaria (LaMal/Cassa malati). Per i post-dottorandi invece essa risulta essere obbligatoria e imprescindibile. Il costo di una polizza si aggira intorno ai 200-300 CHF a mese per franchigie comprese tra i 1500 e i 2500 CHF/mese. Ad è essa è opportuno provvedere ad un'assicurazione complementare del costo indicativo di 30 CHF/mese che copra tutte le spese di trasporto e ospedalizzazione escluse dalla polizza di base, in Svizzera e all'estero. In caso contrario, ogni volta che siete in trasferta in un altro stato, dovete stipulare una polizza temporanea che vi copra in caso di necessità medica.

Maggiori info sul sito dell'amministrazione cantonale

Imparare il tedesco e integrarsi

L'università è un ambiente estremamente internazionale e, se non eccessivamente motivati, diventa difficile imparare il tedesco. A ciò si aggiunge il fatto che la lingua ufficiale del cantone è lo svizzero-tedesco, poco orecchiabile e lontano dall'hochdeutsch. L'università offre corsi di lingue a basso costo per cifre estremamente modeste ma bisogna prenotarsi in tempo, ben prima dell'apertura del corso. In città esistono parecchi istituti in cui è comunque possibile seguire corsi bisettimanali o intensivi per cifre dai 500 ai 1500 CHF.

Maggiori info sul sito dello Sprachenzentrum di ETH e UZH

Inoltre, il Welcome Desk del Servizio per l’Integrazione del comune di Zurigo offre gratuitamente infor­mazioni e consulenze di breve durata alla popolazione della città di Zurigo. Il personale del Welcome Desk è specializzato in questioni che riguardano le persone provenienti dall’estero e sui temi della migrazione e dell’integrazione.

 rerererInefdfdf

Inol

Cultura Italiana

A Zurigo il centro culturale italiano di riferimento è certamente la Casa d'Italia di Erismannstrasse 6, che tuttavia rimarrà chiusa, causa ristrutturazione, verosimilmente fino a Luglio 2020.  

Altri eventi interessanti vengono inoltre organizzati dall'Istituto di Cultura Italiana a Zurigo, che spesso raccoglie anche le proposte individuali organizzate dalle singole associazioni tematiche presenti sul territorio. 

Esiste inoltre una radio dedicata alla comunità italiana di nome Radio LoRA e la televisione italiana è visibile in Svizzera senza troppi problemi anche sul computer (ad esempio utilizzando Wilmaa).   

Vi segnaliamo infine anche la cattedra di letteratura italiana dell'ETHZ che propone sempre corsi interessanti aperti a tutti. 

 

 

Enti di Rappresentanza Politica ed Amministrativa

Oltre alla rete consolare presente sul territorio esistono altri tipi di enti di rappresentanza. In particolare i COMITES sono organi elettivi che rappresentano le esigenze dei cittadini italiani residenti all'estero nei rapporti con gli Uffici consolari, con i quali collaborano per individuare le necessità di natura sociale, culturale e civile della collettività italiana. Inoltre la maggior parte delle associazioni italiane ha una rappresentaza in Svizzera (ad esempio ACLI) così come la maggior parte dei partiti politici.

La circoscrizione di Zurigo (Ripartizione A, Europa) elegge anche un deputato alla Camera dei Deputati in Italia (On. Simone Billi per la XVIII Legislatura).   

 

 

Associazioni Studentesche

 

Le associazioni studentesche prevalenti (e non tematiche o geografiche) sono rappresentate dal VSETH per gli studenti e AVETH per i dottorandi ed il personale accademico

 

Regolamento del Dottorato

Il dottorato presenta delle regole specifiche a cui eventualmente appellarsi qualora si riscontrino anomalie. I regolamenti in generale dipendono dalle scuole e dai dipartimenti ma qui potete trovare delle informazioni generali. In caso di ulteriori necessità vi consigliamo di rivolgervi all'AVETH 

 

 

Ritorno in Italia 

Quando ritornate in Italia è necessario deregistrarsi dal comune di Zurigo. Il documento rilasciato e' necessario per la chiusura di tutte le polizze assicurative inclusa la liquidazione del 3o pilastro (se depositato). Purtroppo bisogna andare alla sede centrale (davanti alla Rathaus) e non può essere fatta in un qualsiasi Kreisbuero. Infine, dovrete informare il nuovo comune di residenza, senza dover notificare al Consolato il vostro rientro in Italia. Se avete cambiato la patente, analogamente dovete richiedere una nuova patente italiana alla motorizzazione del nuovo comune di residenza. Spesso i contratti di locazione non permettono di lasciare l'appartamento il 31.12 ma in alternativa il 30.11 o il 31.1 (e' utile controllare in anticipo)

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now